Un carico di ferro e calcio: vellutata rosa di cavolfiore

Stampa

vellutata-rosa-di-cavolfiore2

Un carico di ferro e calcio: vellutata rosa di cavolfiore

Lo sapevi che possiamo prendere il ferro e il calcio anche dai cavoli, non solo da carne e latticini?

Ebbene si, questa verdura tipica invernale  esercita una benefica azione sulla salute se consumato 2-3 volte a settimana . Nella famiglia dei cavoli troviamo il cavolo riccio, il cavolo nero e rosso, il cavolo verza, il cavolo cappuccio, il cavolo broccolo e i cavolfiori.

 

  • Il cavolfiore aiuta gli anemici perché è ricco di ferro. Contiene più ferro per caloria di una bistecca. L’assimilazione del ferro contenuto negli alimenti di origine vegetale è facilitata dal consumo contemporaneo di cibi ricchi di vitamina C come il limone, usato per condire le verdure o semplicemente spremuto come bevanda.
  • Questo ortaggio contiene più calcio per caloria del latte. Il nostro corpo assimila meglio il calcio vegetale rispetto al calcio derivato dai latticini.
  • Inoltre migliora la stitichezza perché ricchissimo di fibre.
  • E’ particolarmente indicato in caso di diabete perché le sue proprietà contribuiscono a controllare i livelli di zuccheri nel sangue
  • Anticancro: broccoli e cavolfiori, secondo recenti ricerche scientifiche, sarebbero efficaci nella prevenzione del cancro al colon e alla prostata (circa il 49% di possibilità in meno di ammalarsi) Questo sarebbe dovuto alla presenza di antiossidanti (flavoni) e indoli, in grado di contrastare l’azione degenerativa dei radicali liberi
  • La presenza di acido glutammico, un aminoacido, contribuisce notevolmente ad abbassare la pressione sanguigna
  • Il sulforafano in essi contenuto, riescano a riattivare l‘Nrf2, la proteina che aiuta a mantenere i vasi sanguigni sgomberi dagli accumuli di grasso, principali cause delle malattie cardiocircolatorie come angina, infarto, ictus e, appunto, arteriosclerosi.

 

Vellutata rosa di cavolfiore

Ingredienti per 2-3 persone:

  • 1 cavolfiore bianco medio grande
  • 4 pomodori pelati
  • 1-2 spicchio d’aglio
  • 1 foglia di alloro
  • 2 cucchiai di vino bianco
  • 2-3 cucchiai d’olio EVO

 

Preparazione:

  • Lava, taglia in cimette il cavolfiore e mettilo in una pentola a pressione
  • Aggiungi i pomodori, l’aglio, la foglia d’alloro, 1/2 bicchiere d’acqua, il vino
  • Chiudi la pentola col coperchio e lascia cuocere 7-8 minuti dal primo fischio, ricordandoti di abbassare la fiamma
  • A cottura ultimata, frulla tutto, impiatta, aggiungi l’olio crudo e aggiusta di sale, se necessario
  • Puoi servirla con dei crostini di pane integrale o con della pasta

 

Consigli utili

Bevi il cavolo in centrifuga con carote e limone, oltre a contrastare raffreddore e influenza,  ha un ottimo effetto antigastrite e antiulcera.

Il cavolfiore in cucina

cavolfiori vengono in genere bolliti o cotti a vapore ma puoi gratinarli, trasformarli in mousse o utilizzati come condimento per la pasta o ingrediente di minestre; crudi, si possono consumare crudi, tuttavia chi soffre di ipotiroidismo dovrebbe gustarli solo cotti, in quanto crudi contengono una sostanza che potrebbe rallentare il lavoro della tiroide.

 

Se questa ricetta ti è piaciuta condividila pure con i tuoi amici, aggiungi un “like” su FB e buon appetito!