Il basilico fresco, l’olio essenziale, l’infuso, antiossidante e antinfiammatorio

Come promesso nel precedente articolo, questo martedì puntiamo la lente di ingrandimento sul basilico, un ingrediente della scorsa ricetta, le lasagne vegetariane con melanzane e pesto di basilico fresco.

Il basilico è molto utilizzato nella cucina italiana, oltre che per il pesto, per aromatizzare diverse pietanze.

Il nome deriva dal latino medievale basilicum, con origine dal greco basilikon (phyton) (“pianta regale, maestosa”)

Non tutti sanno però che a questa  pianta sono attribuite numerose proprietà nutritive e salutari.

 

Cosa contiene il basilico

  • Olio essenziale: estragolo (variabile = 0-30%), linalolo, canfora, geraniolo, cinnamato di metile, acetato di linalile, eugenolo (in relazione ai vari chemiotipi), E-beta-cariofillene
  • Flavonoidi, antiossidanti: vicenina, orientina, eugenolo e antociani, betacarotene, zeaxantina, luteina e criptoxantina
  • Ricco di minerali come rame, calcio, manganese, selenio, zinco, ferro, acido folico, magnesio
  • Contiene vitamine come la vitamina C, la vitamina E, la vitamina K.
  • Fonte di acidi grassi Omega 3

 

Proprietà del basilico

Gli studi su questa pianta sono numerosissimi e, benché l’utilizzo del basilico non abbia ottenuto l’approvazione ufficiale per alcun tipo di applicazione terapeutica, vengono attribuite numerose proprietà.

 

Antibatterico e antifungino: l’attività antibatterica dell’olio essenziale di basilico è attribuito al suo elevato contenuto di linalolo e estragolo, verso specifici batteri (Staphylococcus spp., Enterococcus spp., E. coli, Pseudomonas  aeruginosa, A. baumannii, A. hydrophila, B. cereus, Bacillus Subtilis, Enterobacter spp., Listeria spp., Proteus spp., Salmonella Spp., Serratia marcescens e Y. enterocolitica) e funghi (Candida spp., Rhodotorula spp. E Saccharomyces cerevisae)

Visto il suo potere antibatterico, si cerca di utilizzarlo come conservante naturale.

Antinfiammatorio: E-Beta-cariofillene (BCP) può bloccare i segnali che portano alla infiammazione associati all’artrite e intestino infiammato.

È stato dimostrato che l’integrazione di succo di basilico concentrato in pastiglie, può ridurre notevolmente le dimensioni delle articolazioni ingrossate e doloranti a causa dell’artrite.

 

Antiossidante per la sua alta concentrazione di carotenoidi come il beta-carotene (pro vitamina A), un potente antiossidante in grado di proteggere le cellule epiteliali dai danni dei radicali liberi e aiutarne a prevenire l’azione ossidante sul colesterolo. Quindi, aggiungi un bel po’ di basilico ai tuoi piatti per aumentare il sapore e i benefici cardiovascolari.

 

L’olio di basilico è usato principalmente in aromaterapia e per fare massaggi. Inalato e in infuso, può aiutare nei raffreddori, mal di testa, asma, stanchezza mentale, ansia. Quando utilizzato per fare un massaggio, può far aumentare il flusso di sangue e accrescere la quantità di nutrienti che raggiungono i muscoli stanchi e affaticati

 

Fonte di magnesio: favorisce la salute cardiovascolare, andando a migliorare il flusso del sangue, facendo diminuire, così, il rischio di ritmi cardiaci irregolari

 

Avvertenze

Evita l’assunzione di basilico se sei presenti unasensibilità accertata verso uno o più componenti.
L’estragolo contenuto nell’olio essenziale della pianta possiede attività mutagena e cancerogena in vitro; per tale ragione il suo utilizzo è controindicato anche in gravidanza, durante l’allattamento e nei pazienti in età pediatrica.

 

Se questo articolo ti è piaciuto, condividilo pure con i tuoi amici sui social e aggiungi un like su Facebook e buona lettura!

 

712 Views0